Albo iscritti

Decreti ingiuntivi emessi a favore del fideiussore che ha agito in via di regresso nei confronti del debitore principale garantito – tassazione ai fini dell’imposta di registro – Orientamento delle Sezioni Unite della Cassazione

E’ dedicata alla tassazione, ai fini dell’imposta di registro, dei decreti ingiuntivi recanti condanna al pagamento delle somme a carico del debitore garantito a favore del fideiussore precedentemente escusso dal creditore del rapporto obbligatorio principale, la risoluzione n. 70/E del 30 luglio 2019 dell’Agenzia delle Entrate. Il documento di prassi amministrativa afferma che all’atto della registrazione di un decreto ingiuntivo, ottenuto dal fideiussore nei confronti del debitore principale nell’ambito dell’azione di regresso, si applica l’imposta di registro proporzionale nella misura del 3%. Si tratta – dice l’Agenzia – di un provvedimento monitorio, recante una condanna al pagamento di somme o valori, senza involgere l’applicazione del principio di alternatività Iva/registro. La pronuncia è supportata dalle più recenti decisioni della Corte di cassazione.

Le rassegne e il calendario fiscale sono un prodotto Metaping - Servizi per Commercialisti, Avvocati e Ordini Professionali

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi